Si sono conclusele le riunioni dell’assessore regionale al Welfare, Emma Staine, con i sindaci e i rappresentanti degli Ambiti territoriali della Calabria, svoltesi, in questi giorni, nella sede della Cittadella regionale a Catanzaro. Dai diversi incontri è emersa la necessità, da parte dei sindaci, di una maggiore sinergia tra gli enti territoriali.

L’assessore Staine si è detta disponibile a coadiuvare gli amministratori locali in un dialogo costruttivo, in un percorso costante. Tra l’altro, ha sollecitato i sindaci a sottoscrivere l’apposita convenzione tra il proprio Comune e il ministero della Disabilità per promuovere e incentivare l’utilizzo della disability card, strumento che consente alle persone con disabilità di accedere ad una serie di servizi gratuiti o a costo ridotto nell’ambito dei trasporti, della cultura e del tempo libero sul territorio nazionale e in Europa.

La tessera, introdotta da Erika Stefani della Lega, ex capo del dicastero per le disabilità, consente di rispondere alle esigenze della disabilità non solo sul piano dell’assistenza e dei servizi, ma anche semplificando e sburocratizzando i processi.

Inoltre, l’assessore al Welfare, nel corso delle riunioni, ha anche annunciato la propria volontà ad avviare un percorso di miglioramento della Legge 328/2000.

“Il 25 gennaio prossimo – ha spiegato Staine – sarò a Roma in qualità di coordinatrice della Commissione Politiche sociali, in seno alla Conferenza delle Regioni, e sarà mio impegno proporre alcune ottimizzazioni alla legge quadro sui servizi sociali, che possano consentire un maggiore snellimento nelle procedure e una partecipazione più incisiva delle Regioni. Ritengo, infatti, che l’Ente, il quale fino ad oggi ha svolto esclusiva funzione intermediaria nella gestione economica delle risorse erogate dal ministero, debba avere un ruolo primario”.

© Riproduzione riservata