“L’orologio della stazione di Bologna fermo alle ore 10.25 rappresenta ancora nelle nostre menti il simbolo del martirio di 85 vittime, cancellate in una frazione di secondo. Il ricordo è un nostro dovere per chiedere come italiani, anche dopo 42 anni, verità completa – per usare le parole del Presidente Mattarella – e giustizia”. È quanto dichiara il Presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, in una nota di oggi, 2 agosto, a commemorazione della strage avvenuta 42 anni fa.