“Dal 1° gennaio 2023 sono stati soppressi i collegamenti regionali, ferroviari e sostitutivi, da e per Taranto e da e per Metaponto determinando gravi disservizi per le popolazioni del metapontino costrette a raggiungere le stazioni di Metaponto e Taranto con mezzi propri con grave rischio di incidenti, aumento dei costi e di emissioni inquinanti”. E’ quanto dichiara il capogruppo in Consiglio regionale Roberto Cifarelli.

Raccogliendo la segnalazione e sollecitazione del Pd provinciale e dei Sindaci, continua Roberto Cifarelli, circa il sopravvenuto disservizio ho presentato una interrogazione in Consiglio regionale sottolineando il grave depauperamento di servizi subìto dal territorio del Metapontino.

“Rivolgendomi al Presidente Bardi ed all’Assessora Merra ho chiesto quali iniziative intendano intraprendere con Ferrovia dello Stato e Ferrovia Appulo Lucane per ristabilire quanto prima i collegamenti ferroviari e/o sostitutivi da e per Taranto e da e per Metaponto al fine di rendere coerente e integrata la rete di trasporto pubblico locale utilizzabile nell’area del Metapontino; se sono stati rispettati i termini dei contratti di servizio sottoscritti con le predette società di trasporto e quali iniziative intendano intraprendere con gli stakeholder dell’area interessata al fine di condividere eventuali provvedimenti ed atti amministrativi nei confronti dei vettori ferroviari coinvolti”.

Per la Basilicata e per il Mezzogiorno nel suo complesso, conclude Roberto Cifarelli, il Metapontino rappresenta un importante hub del turismo e dell’agroalimentare con un Pil generato che contribuisce al benessere di migliaia di famiglie ed imprese. Pertanto si rende necessaria un’azione convinta e decisa della Regione Basilicata”.