“Sorveglianza ex esposti amianto ancora sostanzialmente al palo. Eppure le risorse ci sono ed il bilancio è stato approvato. Perché non si dà seguito a quanto stabilito dalla legge? Ricordo che sono mesi che è stato approvato un nostro emendamento in Consiglio Regionale che assicura le risorse per tutto l’anno. Siamo a metà anno ed ancora nulla! I responsabili si rendano conto che stanno mettendo ancora più a rischio la vita di tante persone fragili. Si degnino almeno di rispondere alle interrogazioni.

Poi leggo di episodi inquietanti che accadono all’ASM (per i quali esprimo totale vicinanza alla DG Pulvirenti) ma queste situazioni non sembrano propriamente inquadrabili nel perimetro dell’opposizione a quel presunto ‘cambio di passo’ cui la DG imputa il clima di odio, quanto in quello di decisamente meno nobili rivendicazioni da parte di chi è stato probabilmente demansionato nei ruoli che svolgeva prima dell’avvento della nuova dirigenza.

Speriamo che i problemi dei cittadini lucani, che dovrebbero essere al centro degli interessi di una azienda sanitaria degna di questo nome, non continuino a rimanere sullo sfondo di queste misere lotte per il mero mantenimento di posizioni di potere che nulla hanno a che fare con il buon andamento delle pubbliche amministrazioni. Fatecelo percepire questo ‘cambio di passo’ perché se c’è stato, noi non ce ne siamo accorti.” Gianni Perrino consigliere regionale M5S Basilicata