Dopo aver “pazientemente atteso” un “cambio di rotta” dell’amministrazione “da quasi un anno”, Volt ha deciso di uscire dalla maggioranza che sostiene il sindaco di Matera, Domenico Bennardi (M5s). In una nota, Volt ha ricordato il “programma sicuramente ambizioso” che aveva proposto due anni fa e ha sottolineato che “risulta chiaro a chiunque che quel programma è stato abbondantemente disatteso, anche perché mancano tutti i presupposti per la sua realizzazione”.

Il gruppo politico, inoltre, ha definito uno “scellerato rimpasto” quello attuato a novembre dello scorso anno e si è detto “preoccupato per l’assoluta incapacità di comprendere lo stato di degrado e di criticità in cui versano ampi settori dell’amministrazione comunale: verde e decoro urbano, sport e politiche sociali, turismo e cultura in particolar modo. Un effetto ancora più grave – hanno scritto a Bennardi – è lo scollamento con i cittadini, che ormai vedono la sua amministrazione comune un organo punitivo e intollerante, mentre è incredibilmente autoassolutorio quando si tratta di giudicare i comportamenti degli amministratori”. (Fonte Ansa).