Nessuna svolta nell’immediato per la Statale 106 jonica. Gli emendamenti alla Legge di bilancio presentati in commissione alla Camera e finalizzati a rimodulare la durata del finanziamento da 3 miliardi sono destinati a cadere nel vuoto. La Ragioneria generale dello Stato ha espresso qualche dubbio sull’opportunità, senza un preciso cronoprogramma da parte di Anas sugli interventi, di ridurre da 15 a 10 anni l’erogazione delle risorse. Motivo per cui non ci sarà nessun cambio di rotta – come auspicato, peraltro, dalla Regione -rispetto all’impostazione originaria che prevede lo stanziamento di somme dal 2023 al 2037 per un totale di 3 miliardi.
Nei giorni scorsi il Movimento 5 Stelle, attraverso la deputata Vittoria Baldino, aveva depositato un emendamento per far sì che la dotazione finanziaria destinata alla Statale 106, fosse innalzata «a quasi 9 miliardi, e perché tali stanziamenti siano spalmati in 10 anni, piuttosto che 15 come vuole oggi il governo».

Leggi l’articolo completo sull’edizione cartacea di Gazzetta del Sud – Calabria

© Riproduzione riservata