Vasco è nei pensieri di Marracash da molto prima dell’annuncio della nuova collaborazione. Che fra i due, da tempo, ci sia un sentimento di stima reciproca è risaputo: in più occasioni si sono citati a vicenda, dimostrando apprezzamento e palesando un’anima ribelle in comune. I due, come ha ricordato ancora recentemente Marra, si sono conosciuti personalmente quasi per caso a Los Angeles nel 2015. Da venerdì 25 marzo uscirà una nuova versione del brano del rocker, “La pioggia alla domenica” contenuto nell’album “Siamo qui” uscito nel 2021, proprio con un ospite speciale: Marracash. I proventi saranno devoluti a Save the Children.

Il rapper in precedenza nel pezzo “Io” ha campionato l’arpeggio di chitarra de “Gli angeli”, capolavoro del Blasco del 1996. La canzone fa parte del progetto “Noi, loro, gli altri”, ultima pubblicazione dell’icona hip hop italiana. Ma non è l’unico episodio nella carriera del rapper della Barona che si lega al rocker. Diciamolo: quest’ultimo, essendo un simbolo della musica italiana, è stato più volte tirato in causa dal mondo rap, spesso anche in modo dissacrante e ironico.

Come dimenticare le barre ghignanti di Salmo contenute in “Nella pancia dello squalo”: “Odio Vasco Rossi, Pino Scotto e Ligabue, tutti ‘sti stronzi non fanno un artista in due”. Oppure il pezzo di Fabri Fibra “Come Vasco”, un tributo molto sui generis pubblicato in “Squallor” del 2015. Sono tanti gli esempi. Anche Marra ha citato Vasco in diverse canzoni, è uno dei rapper che l’ha fatto più volte sin dagli esordi: a volte con il sorriso, altre con profonda ammirazione. In “Tutto questo niente”, pezzo contenuto nell’album capolavoro “Persona” del 2019, rappa: “Sono Vasco che canta ‘La Noia’, BoJack Horseman. Don Draper che precipita nella sigla. Tony Soprano, fra’, con gli attacchi di panico”. Rockol ha dedicato un approfondimento a tutte le volte che Marra ha citato Vasco: qui potete leggere tutte le altre.