Uno dei personaggi più iconici e anticonformisti del piccolo schermo e del cinema, oltre che dell’immaginario comune, rivive ora attraverso la fantasia e la mente di Tim Burton. ⁠Stiamo parlando di Mercoledì Addams, la figlia maggiore della famiglia Addams a cui è dedicata la nuova serie di Netflix.⁠

Il ballo di Mercoledì

Negli otto episodi della prima stagione di “Mercoledì”, la musica interviene per dare carattere e personalità a una scena o addirittura a un personaggio. Basti pensare alla scena del ballo scolastico: la Meroledì di Tim Burton svela il suo animo punk, scatenato e irriverente ballando sulle note di un brano risalente agli anni Ottanta, “Goo Goo Muck” dei Cramps. ⁠Nell’episodio quattro, Jenna Ortega rivela così lo spirito da adolescente e più intimo del suo personaggio, che balla come se nessuno stesse guardando una coreografia creata dall’attrice stessa, che è ora un TikTok virale tra adolescenti e non solo.

Le canzoni

“Mercoledì” ha visto collaborare nuovamente il regista Tim Burton con il compositore Danny Elfman, che insieme a Chris Bacon firma le musiche della nuova serie. Oltre al ballo scolastico, dove si vedono gli studenti ballare anche su brani di star del momento come “Physical” di Dual Lipa, sono molte altre le scene in cui anche le canzoni giocano un ruolo fondamentale. Un altro momento chiave, infatti, vede addirittura la protagonista suonare al violoncello una versione orchestrale dell’iconico brano dei Rolling Stones “Paint It, Black”. In altri momenti, inoltre, si possono ascoltare brani come “Non, je ne regrette rien” di Édith Piaf, ma anche “La Llorona” di Chavela Vargas, una versione al violoncello di “Nothing Else Matters” dei Metallica, “It’s A Shame” di RAC con Pink Feathers e “If I Be Wrong” di Wolf Larsen.