L’Apocalisse non intensa in senso biblico, ma come stato mentale secondo cui “ogni giorno è l’ultimo giorno”: ecco che il nuovo album di Ketama126, uscito oggi e intitolato “Armageddon”, arriva come uno specchio dell’incertezza e delle difficoltà di questi tempi. Per dare forma al suo nuovo progetto discografico, in arrivo a tre anni di distanza dal precedente “Kety”, il rapper romano ha infatti intrapreso un percorso umano e spirituale che l’ha portato a compiere un viaggio in Africa negli ultimi due anni e a immergersi in una vita più semplice e difficile. Con “Armageddon”, quindi, Ketama126 attraversa sia personali riflessioni sul passato e sul presente che racconti capaci di unire il suo spirito ribelle e il suo intimismo a uno sguardo su tematiche importanti come le diseguaglianze sociali.

Il nuovo disco di Ketama è così un lavoro riflessivo e provocatorio allo stesso tempo, dove testi diretti e taglienti sono sostenuti da suggestioni e scenari sonori caratterizzati da sfumature stilistiche prese da diversi generi musicali. In questo percorso introspettivo, oltre ai compagni di crew Franco126 e Pretty Solero e agli amici Carl Brave e Noyz Narcos, Ketama126 ha fatto affidamento anche sul supporto di artisti internazionali.