Si tratta di uno dei brani sentimentalmente più forti e attesi. Gianluca Grignani torna in gara al Festival di Sanremo, dopo la mitica partecipazione con “Destinazione Paradiso”, con un pezzo dedicato al padre e racconta: “Ho sbagliato, ma oggi mi manca e non so se perdonarlo”. In un’intervista al Corriere della Sera, il cantautore, presenta “Quando ti manca il fiato”.

La telefonata del padre

Si tratta di una ballata rock che rievoca una telefonata che suo padre gli fece circa dieci anni fa chiedendogli: “Verrai o no al mio funerale?”. Grignani, che ha da poco compiuto 50 anni, racconta della separazione dei suoi genitori, quando lui aveva 18 anni: “Era stata una separazione non gestita, ma non fra padre e madre quanto fra padre e figlio. Lui se ne è andato in maniera poco consona: ha messo in mezzo me. Mi sono sentito solo. Non aveva fatto le scelte che sto facendo io ad esempio“. Tornando al brano di Sanremo il cantautore aggiunge: “Mio padre vive in Ungheria e non ci vediamo da 15 anni. Non ha ancora sentito la canzone e non vorrei che gli scoppiasse il cuore…”.