La musica, se riesce a parlare ai cuori delle persone, diventa un contributo importate per migliorare la società. Il Gen Rosso ha sempre voluto immergersi nelle gioie e nei dolori delle persone che incontrano nei loro tour celebrando l’amore per la vita. “Attraverso la musica vorranno il 20 agosto, trasmettere ai ragazzi di Lavello messaggi di pace e fratellanza universale e concorrere così alla realizzazione di un mondo più unito.  E’ ormai cominciata la prevendita dei biglietti- come sottolinea don Danilo Marino- capo fila nell’ organizzazione dell’evento, la capienza 500 posti del Cineteatro San Mauro, bellissima struttura al coperto, offre ancora tante possibilità di partecipazione. Gen Rosso è un gruppo musicale e artistico internazionale attivo dal 1966, con sede in Italia. Il gruppo nasce all’interno dell’esperienza dei focolarini nella cittadella di Loppiano, su desiderio di Chiara Lubich. Il gruppo vuole diffondere il messaggio della costruzione di un mondo più giusto, pacifico, solidale e unito.

La testimonianza di questi valori -aggiunge Don Danilo-viene direttamente dai componenti del gruppo e da tecnici e staff, che vivono in prima persona lo stile di vita di comunione e fratellanza legato all’esperienza del movimento dei focolari. Per molti in questa occasione ci sarà da avvolgere il nastro della memoria. E anche stavolta sarà concerto vero e proprio. Il titolo è FACE 2 FACE e tutto lo spettacolo sarà indirizzato alla celebrazione della vita in tante sue sfaccettature così come i Gen Rosso hanno sempre fatto con i loro brani scritti in italiano, è vero, ma tradotti in tutte le lingue del mondo e presentati in ogni continente. Basti pensare che durante la sua attività il Gen Rosso ha realizzato più di 1500 concerti e spettacoli, più di 250 tour in 53 nazioni, 81 album in varie versioni internazionali per un totale di 401 canzoni e oltre 4 milioni di spettatori. I più ricordano il gruppo soprattutto per le canzoni a sfondo liturgico utilizzate da cori e gruppi per l’animazione delle celebrazioni eucaristiche o i momenti di preghiera: Servo per amore, Vieni e seguimi, Pane del cielo, Resta qui con noi, tanto per citarne alcune. Ma tantissime sono le canzoni che hanno aiutato soprattutto molti giovani a riflettere e a farsi provocare su temi importanti come la pace, la fratellanza, la speranza e l’unità. Il concerto sarà quindi un mix tra brani più vecchi e alcuni degli ultimi successi, presentati in acustico, con il tipico sound di brani classici, ma anche nuovi arrangiamenti e ausili moderni. Motivo per cui, l’evento potrà essere certamente un revival per i vecchi appassionati dei Gen, ma una opportunità di conoscere il gruppo anche per le nuove generazioni”.

L’evento patrocinato dall’ Ordinario Diocesano, dall’Amministrazione Comunale di Lavello, dalla Presidenza del consiglio regionale e organizzato dalle tre parrocchie cittadine, manca dalla Diocesi di Melfi-Rapolla-Venosa dal 2019.