Ad ascoltarli sugli spalti dell’Olimpico 44 mila spettatori. “Dopo essersi interrotto, oggi il nostro rapporto si è compiuto. E ci possiamo mandare a fanculo da amici e non per interposta persona. Siamo fratelli e la fratellanza non può interrompersi mai“, diceva poco prima di salire sul palco Antonello Venditti, raccontando l’emozione di ritrovare finalmente al suo fianco il sodale Francesco De Gregori a cinquant’anni dall’esordio congiunto con “Theorius Campus”, prima che le loro strade si dividessero. Cinque decenni dopo, i due tornano a cantare e a suonare insieme, regalando al pubblico una serata memorabile e storica come ha raccontato Rockol.

La tournée della reunion – che, spiega Venditti, non è poi correttissimo considerarla tale, “perché facciamo quello che non abbiamo mai fatto: non abbiamo una storia, la nostra si compie ora” – è partita dallo Stadio Olimpico, nella loro città. Andrà avanti per tutta l’estate (al calendario continuano ad aggiungersi appuntamenti: il 5 ottobre saranno all’Arena di Verona): “Le case discografiche ci chiedono: ‘A quando inediti?’. Ma cosa c’è di più inedito di questo?”, spiega Venditti, sottolineando l’unicità del progetto.