Elezioni comunali 2022: come e quando votare | Sky TG24

Le elezioni amministrative vedono il Pd affermarsi nelle città più grandi al voto in provincia di Napoli. A Portici l’uscente Enzo Cuomo stravince superando l’80 per cento al primo turno, a Nola passa Carlo Bonauro appoggiato dal consigliere regionale dem Massimiliano Manfredi, a Pozzuoli sarà ballottaggio tutto interno al centrosinistra tra Luigi Manzoni e Paolo Ismero, delfino del sindaco uscente Vincenzo Figliolia. I cittadini di Barano d’Ischia, comune dell’isola verde in provincia di Napoli, hanno rieletto sindaco Dionigi Gaudioso che, con il 73,70 per cento dei voti, supera la sfidante Maria Grazia Di Scala, ex consigliera regionale in Campania. 

È ufficiale a Lettere la vittoria della neosindaca Anna Amendola, unica candidata nel comune in provincia di Napoli. Maggioranze bulgare per i sindaci uscenti dei comuni di Ischia e Somma Vesuviana, in provincia di Napoli, prossimi a centrare l’obiettivo della rielezione al primo turno. A Ischia il candidato di centrosinistra Vincenzo Ferrandino, a tre sezioni scrutinate su 18, si attesta al 94,96%. A Portici il dem Vincenzo Cuomo, a dieci sezioni scrutinate su 63, raccoglie l’81,86% dei voti. Nella città vesuviana si è deciso di non seguire la strada dell’asse tra Pd e Movimento 5 stelle, con i pentastellati che sostenevano Aldo Agnello, fermo al 14,30%. Il centrodestra, con Mauro Mori appoggiato dal solo partito Fratelli d’Italia, è fermo al 3,84%. A Somma Vesuviana Salvatore Di Sarno, sostenuto anche dal movimento 5 stelle e da liste di centro, a tre sezioni scrutinate su 31, raggiunte il 65,33% dei voti, superando nettamente lo sfidante Giuseppe Bianco, candidato del Pd. Vince al primo turno Carlo Buonauro, candidato sindaco di Nola (Napoli) sostenuto dall’alleanza Pd-M5S. A spoglio ancora in corso, dopo circa 12mila voti scrutinati, Buonauro si attestava intorno al 53 per cento, Maurizio Barbato al 44 per cento e Raffaele Parisi sotto il 2 per cento.  Nella città di Giordano Bruno ha funzionato la riproposizione dell’alleanza tra Partito democratico e Movimento 5 Stelle che nel Napoletano ha già portato all’elezione diversi sindaci, a partire dal capoluogo con la vittoria di Gaetano Manfredi (originario proprio di Nola) lo scorso ottobre, oltre a Giugliano, Caivano, Pomigliano d’Arco e Arzano. Tra i comuni al voto in provincia di Napoli a questa tornata di amministrative, Pd e M5S si presentano in alleanza anche ad Acerra. A Chianche (Avellino) il sindaco Carlo Grillo è stato confermato con l’85,86 per cento delle preferenze. È al suo terzo mandato consecutivo. Riconferma anche per Francesco Massanova, rieletto sindaco di Stella Cilento (Salerno) con il 64,20 per cento. Sempre nel Salernitano, a Montecorice passa Flavio Meola con il 78,28 per cento dei voti e a Cicerale Giorgio Ruggiero, unico candidato, eletto ufficialmente sindaco come stabilito al termine dello spoglio nelle due sezioni. Luca Apollonio indosserà invece la fascia tricolore del Comune di Sassinoro (Benevento). Nel Sannio sono stati eletti i sindaci di Santa Croce del Sannio (Antonio Zeoli), Buonalbergo (Michele Gambarota) e San Martino Sannita (Angela Martignetti).