Napoli, lidi abusivi sul lungomare Coroglio: sequestri dei finanzieri - Pupia.tv

I militari della dipendente Stazione Navale di Napoli, congiuntamente al personale della Capitaneria di porto – Guardia Costiera di Napoli – Nucleo PG, nel corso di un servizio di polizia demaniale finalizzato al controllo del territorio e al contrasto dell’occupazione abusiva del demanio marittimo, sono intervenuti in un’area di 3.000 mq, interdetta alla balneazione, sulla quale è stato allestito abusivamente uno stabilimento balneare con varie attrezzature, in località Coroglio (Nisida – NA).

L’operazione posta in essere alle prime luci dell’alba, si è conclusa con il sequestro contro ignoti di attrezzature varie, utilizzate per l’allestimento di lidi abusivi, sgomberando, di fatto, un’area sottoposta al divieto di balneazione. Nello specifico i militari operanti hanno sequestrato diverse attrezzature utilizzate per l’allestimento di stabilimenti balneari per un totale di 200 sdraie, 100 ombrelloni, 80 sedie e 70 tavolini accatastati in vari punti della spiaggia. Gli oggetti del sequestro sono stati posti in giudiziale custodia presso un deposito messo a disposizione dall’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centrale, sito all’interno del porto di Napoli, in attesa del nulla osta da parte della competente Autorità Giudiziaria per la confisca e la successiva distruzione. L’attività di servizio effettuata dalle Fiamme Gialle e dai militari della Capitaneria di Porto, che rientra in un più ampio progetto di lotta all’abusivismo demaniale lungo la fascia costiera partenopea, ha consentito di arginare il fenomeno dell’irregolare occupazione del demanio marittimo e di tutelare gli onesti operatori economici del settore, evidenziando, ancora una volta, il quotidiano impegno del Comparto Navale del Corpo in piena sinergia con alti Enti dello Stato.