“Le immagini che arrivano da Casamicciola Terme, sull’isola di Ischia, sono drammatiche. Una frana ha completamente flagellato la città, con il fango che ha distrutto edifici e auto. Decine di persone sono disperse. Una tragedia dai contorni drammatici.

L’isola sta rivivendo quanto accaduto nel 2009, quando una violenta alluvione provocò morti e feriti, e nel 2006, quando una frana causò la morte di quattro persone sul Monte Vezzi, tra Barano e Forio (Luigi Buono e le sue tre figlie di 18, 17 e 13 anni). Vicinanza e solidarietà a tutta la popolazione, la speranza è che si trovino tutti i dispersi. Tanti purtroppo saranno gli sfollati, un allarme sociale da non sottovalutare e al quale va data grande attenzione per trovare soluzioni idonee tempestivamente. Un disastro terrificante, purtroppo l’ennesima dimostrazione che la mancata messa in sicurezza dei territori e i cambiamenti climatici purtroppo stanno aumentando le tragedie nel nostro paese, e a pagarne le conseguenze sono sempre i più deboli”. Lo hanno detto Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale di Europa Verde, e Mariarosaria Urraro, portavoce di Europa Verde sull’isola d’Ischia che sta cercando volontari per prestare soccorso e aiutare gli sfollati.