Vivere è… ritrovarsi”: parte il XIII Festival della Vita – informazionecattolica.it

Si alza il sipario sul Festival della Vita, progetto culturale giunto alla tredicesima edizione, promosso dal Centro Culturale San Paolo presieduto da don Ampelio Crema ssp e sostenuto dal Gruppo Editoriale della Periodici San Paolo.

Alla manifestazione hanno aderito oltre cinquanta realtà operative tra Istituzioni, associazioni, fondazioni che hanno proposto più di settanta eventi che toccheranno 35 città italiane, tra cui: Napoli, Cassino, Castel di Sangro, Roccaraso, Pietrelcina, Andria, Fondi, Cassano all’Jonio, Scauri/Minturno, Magliano Sabina, Cisterna di Latina, Castel Volturno, Ogliara (SA), Catanzaro. Primo appuntamento a Roma, dove presso la sede della Conferenza Episcopale Italiana, è stato consegnato il PREMIO FESTIVAL DELLA VITA 2023 a S. E.za il card. Matteo Maria Zuppi che nel Suo messaggio agli organizzatori ha affermato: “Per i credenti la vita è, principalmente, un dono del Signore, creatore del cielo e della terra, che ha pensato ogni uomo come creatura unica e irripetibile, capace di fare grandi cose con Lui e per Lui”. Ricco il calendario degli appuntamenti, ai quali prenderanno parte, tra gli altri: don Andrea Roberto Ciucci, officiale della Pontificia Accademia per la Vita, dott. Francesco Belletti direttore del Centro Internazionale Studi Famiglia, il dott. Antonio Limone, direttore Istituto Zooprofilattico di Portici, l’avv.Antonella Di Sorbo Presidente della Federconsumatori Provinciale di Caserta, in attesa della serata di gala, sabato 4 febbraio a Caserta, che avrà inizio con i saluti istituzionali del dott. Enzo Battarra, assessore alla Cultura della Città di Caserta; durante la cerimonia sarà consegnato il premio “Un amico per la Vita …..Mons. Pietro Farina” a S. E.za Card. Crescenzio Sepe, Metropolita emerito di Napoli ed un pubblico riconoscimento quale “Ambasciatore del Festival della Vita 2023” al dott. Antonio Parlati, direttore del Centro di Produzione RAI di Napoli. Particolarmente atteso è l’intervento (in collegamento) della signora Antonia Salzano, madre del beato Carlo Acutis.

L’intento, sostiene il dott. Raffaele Mazzarella, ideatore e direttore della manifestazione è quello di promuovere la riscoperta della bellezza della cultura dell’umano percorso, per illuminare le coscienze che attraverso il “Ritrovarsi” possano essere lievito nella massa, per la promozione e la divulgazione di azioni che generino sempre prospettive di benessere futuro.

Info: www.festivaldellavita.it