Ecoballe, via all'impianto di Giugliano. Ma sul piano regionale pesano i costi in aumento – Ricicla News

Il governatore Vincenzo De Luca presenta il nuovo impianto per lo smaltimento delle ecoballe realizzato a Giugliano (Napoli) e promette: “Entro un anno e mezzo, due anni ripuliremo la Campania di 4milioni e mezzo di tonnellate di ecoballe accumulate nel corso del decenni”.

L’impianto, costato 103 milioni di euro, entrerà a regime nelle prossime 2-3 settimane, stamattina sono iniziate le prove funzionali. Ma intanto i cittadini di Giugliano temono che il territorio, già segnato dalla presenza delle ecoballe, possa subire ulteriori danni ambientali. Oggi è stato messo in atto un sit in, prima davanti al Comune e poi davanti all’impianto. Il sindaco Nicola Pirozzi, parla di “sconfitta”. Ma De Luca tranquillizza “è tutto a norma” e invoca “il tempo della serietà, basta scemenze. Protestano per tenersi le ecoballe?”.

“È un lavoro gigantesco – dice in conferenza stampa – abbiamo già realizzato un impianto a Caivano, abbiamo già mandato fuori dalla regione 1.400.000 tonnellate di ecoballe. Tenete conto che ormai nessun paese del mondo è più disponibile ad accettare rifiuti da parte dell’Italia o di paesi europei. Con questo impianto avremo la possibilità di lavorare altre 400.000 tonnellate di ecoballe con la possibilità, prevista nella gara, di raddoppiare i quantitativi di materiale trattato. Quindi potremmo lavorare fino a 800.000 tonnellate di ecoballe con una tecnologia avanzatissima di recupero di plastiche, di materiale ferroso, e quindi con un risparmio importante di investimenti da parte nostra”.

Per De Luca ora “bisogna un po’ accelerare per quanto riguarda gli impianti di compostaggio, ne abbiamo previsti 12 in 3-4 comuni – spiega – sono partiti con le gare e con i lavori, in altri comuni ci sono ritardi ma la cosa che ci preoccupa è soprattutto l’aumento dei costi. Mentre fino a due anni fa le risorse che avevamo a disposizione, parliamo di 230 milioni di euro, erano sufficienti per realizzare 12 impianti di compostaggio, oggi probabilmente dovremmo trovare nuove risorse”.

La protesta degli attivisti

In mattinata un piccolo gruppo di attivisti ha bloccato la strada davanti al municipio di Giugliano. Si tratta del comitato Kosmos che riunisce le associazioni ambientaliste ed è deciso a continuare la protesta contro il nuovo impianto che proprio in queste ore il presidente de Luca sta “inaugurando” con una conferenza stampa in Regione. Il sindaco Nicola Pirozzi ha incontrato gli ambientalisti  proprio fuori il Comune e ha detto: ” Abbiamo perso la battaglia per poter ubicare il nuovo impianto a Taverna del re anziché  a Ponte Riccio,  ma le sentenze si rispettano. In ogni caso vigileremo sulle corrette procedure per aprire le ecoballe”.