Città di Caserta, mercoledì 10 agosto mancherà l'acqua in alcune strade e frazioni per tre ore |

Il movimento politico Caserta Decide, rappresentato in consiglio comunale da Raffaele Giovine, segue sin dalla propria nascita la situazione dell’acqua a Caserta.

Dopo questionari e dibattiti con padre Alex Zanotelli e il sindaco di Casagiove Giuseppe Vozza, Giovine ha presentato una mozione lo scorso 27 luglio per la tutela dell’acqua pubblica. La mozione, nonostante sia stata approvata, non si è tradotta in esiti positivi. Per questo, a causa della pessima qualità dell’acqua  che sgorga dai rubinetti delle case della città, il movimento ha lanciato una petizione per dare voce alle innumerevoli segnalazioni dei cittadini e delle cittadine. Sono lontani i giorni in cui Altroconsumo certificava l’acqua di Caserta come la migliore d’Italia. Dichiara il consigliere Giovine: “Ormai da mesi ci occupiamo della questione dell’acqua pubblica. Il servizio è affidato ad una società privata che se ne frega di garantire i diritti dei cittadini, nonostante le numerosissime segnalazioni. Serve che il servizio sia gestito dal Comune per poter prontamente intervenire, così come stabilito dalla mozione da noi proposta ed approvata a luglio scorso. Vogliamo che venga subito ripristinata la qualità dell’acqua, altrimenti, andremo fino in fondo per fare chiarezza. L’acqua è un bene essenziale e va garantito senza se e senza ma.”

Caserta Decide esorta la cittadinanza a firmare la petizione sul sito del movimento. Qui il link della petizione: https://www.casertadecide.it/rivogliamo-lacqua-piu-buona-ditalia-firma-la-petizione/