Il soprano Rosa Feola al Ravenna Festival 2020: un'eccellenza di Caserta che il mondo ci invidia |

Il prossimo 6 giugno 2022 nella storica cornice della Protocattedrale di Casertavecchia, luogo simbolo per tutti i casertani, alla presenza delle massime autorità locali, il Lions Club Caserta Terra di Lavoro Reloaded consegnerà il premio Anastasia Guerriero alla signora Rosa Feola, soprano ormai di fama mondiale.

In piena pandemia, tra difficoltà e rallentamenti, il Comitato del Club presieduto dal dott. Olimpio Guerriero, chirurgo e fratello di colei a cui è dedicato il riconoscimento, dopo aver valutato diverse candidature, ha deciso all’unanimità di accogliere la proposta di Aldo Antonio Cobianchi, presidente del Lions Club, assegnando il premio a un personaggio di assoluto spicco.

Nata e cresciuta a San Nicola la Strada, in una famiglia amante della musica, Rosa Feola ha cominciato a studiare pianoforte con suo cugino quando aveva cinque anni. Successivamente è entrata nel coro dell’Accademia musicale di San Nicola, passando per il coro della chiesa. Dopo aver studiato canto con Mara Naddei, diplomandosi con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio Giuseppe Martucci di Salerno nel 2008, si è perfezionata all’Opera Studio dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, divenendo allieva prediletta della grande Renata Scotto. Da qui una serie ininterrotta di successi e ovazioni a livello internazionale.

Come ha sostenuto Cobianchi, va riconosciuto alla signora Feola, al di là del suo indiscusso prestigio, un grandissimo merito: ha sempre vantato con orgoglio le proprie origini casertane, dichiarando alla stampa di tutto il mondo l’amore per la sua terra.

Rosa Feola appena informata è stata ben felice di accettare questo riconoscimento, il primo che le viene assegnato a Caserta, onorata di ricevere un premio dedicato a una donna ‘speciale’.

Questo premio, infatti, istituito nell’Anno Sociale 2016-2017 dall’allora Presidente del Lions Club Terra di Lavoro Reloaded Crescenzo M. Muto insieme al Socio fondatore Andrea Tartaglione, ricorda la figura della dottoressa Anastasia Guerriero, medico e scienziata prematuramente scomparsa, che ha impegnato tutta la vita nella lotta contro le leucemie infantili; a lei, nel 2019, è stato intitolato l’Ospedale Civile di Marcianise – ASL Caserta. L’intento dell’iniziativa è quello di assegnare ogni anno il premio a una donna della nostra Comunità, distintasi nel suo campo professionale, anche oltre i confini locali. L’obiettivo è dare una gratificazione alle donne che, con grande dedizione e professionalità, si impegnano nei vari settori della vita pubblica raggiungendo spesso livelli di eccellenza, con impegno, sacrificio, passione. Insignite negli scorsi anni le scienziate prof. Rosa Castaldo, biologa, prof. Maria Elena Pero, neurofisiologa, e la prof. Raffaella Pero, anch’ella biologa.

La cerimonia sarà a ingresso libero, con possibilità di giungere alla Protocattedrale usufruendo di un servizio di navette a/r offerto dal Club Lions, a partire dalle 18.15 dalla chiesa di san Rocco in Casertavecchia.