Massimo Misiti (M5S) denuncia la situazione precaria della Sanità calabrese e lo fa attraverso un appello accorato. “È da più tempo che denuncio il comparto sanitario allo stremo, quello calabrese in particolare ha delle carenze impossibili da colmare in tempi brevi. Ma dopo quasi un anno dall’insediamento del nuovo governo regionale, e le tanto decantate azioni da intraprendere immediatamente, poco o nulla è cambiato. Anzi in piena stagione estiva, quando nelle località turistiche il flusso dell’utenza è in prevedibile aumento, alcune Asp hanno pensato bene di chiudere i punti di Primo Intervento per carenza di personale. È il caso di Palmi, Scilla, Locri e a Polistena la situazione non è migliore. Eppure, evidentemente, nella tanto coesa coalizione di governo una mano non sa cosa fa l’altra se Fratelli d’Italia ha installato un gazebo proprio a Palmi per chiedere la riapertura della struttura! Mancanza di comunicazione, decisioni unilaterali, o primi segnali di una frizione rispetto ad alleanze in bilico?”

© Riproduzione riservata