«”Ci piacerebbe parlar, con un’azienda intelligente” – da leggersi, se si ha voglia con il jingle di Cochi & Renato – ma siamo alle solite. Eurospin ha inviato una lettera dai contenuti minacciosi al delegato e dirigente regionale della Filcams Cgil Calabria, nella quale si contesta l’uso dei permessi sindacali e gli si intima praticamente il licenziamento. Tutto questo avviene nel mentre le Segreterie Nazionali unitarie del settore hanno aperto lo stato di agitazione nei confronti del gruppo Eurospin e si stanno susseguendo scioperi regionali in tutta Italia». Lo ha reso noto, con un comunicato, il segretario generale Filcams Cgil Calabria, Giuseppe Valentino.

«Se Eurospin – ha proseguito Valentino – pensa di intimidire il sindacato attaccando, come sta facendo, i lavoratori e le lavoratrici che aderiscono liberamente alla loro Organizzazione e come prova a fare con i delegati e le delegate non ha capito, evidentemente, che non saremo disposti a piegarci. La Filcams CGIL Calabria, si stringe attorno al suo delegato, che tutelerà in ogni sede e continua la sua battaglia per l’emancipazione delle lavoratrici e dei lavoratori, per il rispetto dei diritti contrattuali e delle libertà sindacali, contro un’azienda che continua a pensare di vivere in un Paese dove non esiste la Costituzione Repubblicana e che all’interno delle sue mura può vivere indipendente dalle leggi e dai contratti. Non ci fermeranno, aumenteremo le azioni esterne fino ad arrivare allo Sciopero contro Eurospin anche in Calabria».

© Riproduzione riservata