REAL  MONTALTO – PALMESE  1 – 0

MARCATORI: 19’ pt Crispino.

REAL MONTALTO: Franza 6, Gaccione 6,5( 26’ st Chiappetta 6) , Binetti 6,5, Caruso 4,5, Napolitano 7, Granata 7, Falbo 6(21’ st Annone 6) , Crispino 7, Zangaro 7( 35’ st Perrone sv), Manes 6,5, Lamirata 7 (48’ st Surace sv). All: Guido

PALMESE: Licastro 6, De Masi 6, Barbera 6,5, Tripodi 6,5, Pititto 6, Saccà sv (26’ pt Ienco 6 ( 38’ st Melidona sv), Velletri 5,5, Pasini 5,5, Fiorino 6, Saba 5,5, Artuso 6. All: Crucitti

ARBITRO: Gaetano Falvo di Catanzaro 6.

NOTE: Espulso al 56’ Caruso per doppia ammonizione. Ammoniti: Caruso,Velletri ,Granata, Annone, Napolitano,Barbera, Guido.

E’ il capitano del Real Montalto, Alessandro Binetti, ad alzare al cielo il prestigioso trofeo di Coppa Calabria, riservata alle formazioni di Prima Categoria, dopo il successo contro la blasonata Palmese. Una vittoria sofferta ma alla fine meritata da parte degli uomini di mister Guido, che hanno saputo soffrire e contenere l’urto offensivo degli avversari nei momenti più difficili della contesa quando sono rimasti in 10 per l’espulsione di Caruso. E’ stata, comunque, una bella gara, condizionata in parte da un fastidioso vento, combattuta ma sostanzialmente corretta tra due squadre brave tant’è che sono tuttora in corsa per il primato in campionato nei rispettivi gironi. L’avvio è favorevole agli uomini di mister Crucitti, che al 14’ colpiscono con Barbera il palo; ma al primo affondo è il Real Montalto a portarsi in vantaggio al 19’ con una rapida ripartenza di Crispino, che mette a nudo un’organizzazione difensiva fin troppo ballerina, che già al 7’aveva dato segnali poco incoraggianti offrendo a Falbo lo spazio necessario per sbloccare subito il risultato.  Il gol subito porta scoramento nelle file neroverdi, dove si è avvertita molto l’assenza dell’allenatore-giocatore Peppe Crucitti in grado di fare da collante tra centrocampo ed attacco, a tal punto che Fiorino è stato costretto ad abbassarsi per potere toccare palla. E’ ancora il Real Montalto al 33’ a rendersi pericoloso con Manes, il cui tiro a porta spalancata viene smorzato da Pititto. Nella ripresa la Palmese ha la possibilità di pareggiare il conto potendo usufruire di un uomo in più per oltre mezzora. Ci prova tante volte ma la sua azione è lenta e prevedibile, facilmente rintuzzata dagli arcigni difensori cosentini; solo nei minuti finali riesce a produrre qualche serio pericolo alla porta di Franza: al 82’ ci prova  Fiorino da buona posizione ma il suo tiro è impreciso; in pieno recupero di testa di Pititto ma Franza non si lascia sorprendere e manda il pallone in angolo. Poi la festa finale in campo e sugli spalti per un traguardo davvero storico per la piccola comunità montaltese che mai in precedenza si era fregiato di un trofeo così prestigioso.

© Riproduzione riservata