Nubi s’addensano sull’effettiva realizzazione dell’Alta velocità ferroviaria in Calabria. Lo stop alla procedura del dibattito pubblico sul tratto Buonabitacolo-Praia, arrivato dopo i rilievi posti sul progetto dal Consiglio superiore dei lavori pubblici e raccontato su queste colonne, rallenta l’iter progettuale mettendo a serio rischio il finanziamento dell’opera. «Sul tema dell’Alta velocità ferroviaria – spiega il sindaco facente funzioni della Città metropolitana di Reggio Calabria, Carmelo Versace – vogliamo vederci chiaro. Su un aspetto strategico come questo è giunto il momento di scoprire tutte le carte. Governo e Regione si attivino con urgenza, individuando e superando tutti gli ostacoli tecnici che ancora si frappongono alla conclusione dell’iter procedurale per la cantierizzazione delle opere previste dal progetto».
E sul tema prende posizione pure Sinistra Italiana attraverso il suo segretario regionale Angelo Broccolo. «Reiteriamo l’invito – spiega – al presidente della Regione, Roberto Occhiuto, a convocare un Consiglio regionale da dedicare esclusivamente alla valutazione dell’opera ferroviaria con la possibilità di esaminare quanto rilevato dal Consiglio nazionale dei lavori pubblici che ha ufficialmente richiesto alcune integrazioni a Rete ferroviaria italiana».

Leggi l’articolo completo sull’edizione cartacea di Gazzetta del Sud – Calabria

© Riproduzione riservata