Rompe gli indugi la dirigente scolastica di Zungri Maria Gueli e prova a fare chiarezza sulla vicenda, a dir poco incresciosa, relativa alla mancata partecipazione di un’allieva disabile ad un viaggio d’istruzione.
«Abbiamo a cuore Carol, e, insieme con lei, abbiamo a cuore tutti gli alunni del nostro istituto. La loro crescita serena – si legge in una nota sottoscritta dalla dirigente e da tutto il personale dell’Istituto comprensivo interessato – rappresenta il senso della nostra missione professionale». Ebbene, anche questo è stato un anno complicato: «Potevamo seguire la via più semplice – evidenzia il capo d’Istituto – rinviando al prossimo anno scolastico i viaggi di istruzione, ben consapevoli che i tempi stretti tra la fine dello stato d’emergenza e la fine delle attività didattiche, ci avrebbero facilmente esposti al rischio di errori organizzativi; ma abbiamo preferito restituire il prima possibile ai nostri alunni uno spicchio di normalità, dopo due anni e più di restrizioni».

Leggi l’articolo completo sull’edizione cartacea di Gazzetta del Sud Calabria

© Riproduzione riservata