Si è svolto oggi, 30 giugno, al dipartimento Attività produttive della Regione Basilicata, alla presenza dell’assessore Alessandro Galella, l’incontro tra i sindacati Filcams Cgil, Fisascat Cisl e UilTucs per mettere finalmente fine all’annosa vertenza delle guardie giurate e degli addetti ai servizi fiduciari della società cooperativa Vigilanza città di Potenza presso la Regione.

L’accordo firmato oggi per 60 addetti prevede il passaggio di tutti i lavoratori da contratto part time a full time a 173 ore mensili a partire dall’1 luglio. “Un traguardo storico – affermano i segretari Filcams Cgil, Fisascat Cisl, UilTucs, rispettivamente Michele Sannazzaro, Emanuela Sardone e Donato Rosa – frutto di una trattativa che dura da più di un anno, cioè da quando ci fu il cambio di appalto da Cosmopol a Vigilanza città di Potenza. Per scongiurare il licenziamento di dieci unità a causa del taglio delle ore dovuto alla gara d’appalto, i lavoratori, in accordo con i sindacati, rinunciarono ai contratti full time per passare tutti a contratti part time a 153 ore, salvaguardando così i livelli occupazionali.

Oggi, grazie al lavoro di squadra, all’impegno e alla tenacia di tutti, dai lavoratori ai sindacati fino all’assessore Galella, sono state ripristinate le condizioni lavorative ed economiche iniziali. Ricordiamo che l’odissea di questi lavoratori – concludono i segretari – comincia nel lontano 2017 quando, il passaggio da Ronda a Cosmopol, determinò la perdita degli scatti di anzianità. Oggi, grazie a un duro lavoro delle organizzazioni sindacali, si volta pagina, inaugurando un percorso che restituisce dignità a questi lavoratori”