Giovedì 24 novembre dalle ore 09:30 alle 13:30, nel piazzale antistante la palestra comunale, i volontari dell’Associazione Protezione Civile di Balvano scenderanno in piazza per diffondere alcune nozioni per ridurre il rischio terremoto.

“Quest’anno -ricorda la Protezione civile balvanese- ricorre il 42° anniversario del terremoto del 1980, che colpì molti paesi della Basilicata e in particolar modo Balvano, dove persero la vita ben 66 bambini. La nostra Associazione, per quest’occasione, si è proposta di mettere in evidenza il ruolo fondamentale della prevenzione e della divulgazione delle buone pratiche di protezione civile, affinché la maggior parte delle persone possa sapere come comportarsi in caso di Terremoto.

Un moto spontaneo, sorto dall’intimo del cuore di ogni nostro volontario, da chi quei giorni del 1980 li ha vissuti, da chi è stato impegnato come volontario nel terremoto dell’Aquila e dell’Emilia, ci ha spinto a dedicarci ai ragazzi dell’Istituto Comprensivo “M. Carlucci” di Balvano, che sono il presente di oggi e il futuro di domani. Quale migliore terreno fertile per piantare il seme del concetto della prevenzione e delle buone pratiche di protezione civile?

La nostra Associazione crede che sia molto importante insegnare ai ragazzi come comportarsi in caso di emergenza, in caso di terremoto, poiché dà a loro la possibilità di crescere con questa mentalità e stimolare, a loro volta, i propri genitori, i propri nonni e i propri familiari.
Tutto questo genera un processo a cascata, che ha un solo obiettivo: la diffusione del concetto di prevenzione”.