Prenderà il via l’1 marzo 2023 il processo a carico di sei persone per la morte di Antonio Nicastro e Palmiro Parisi i cui familiari denunciarono il ritardo nell’esecuzione del tampone nella prima fase della pandemia covid.

Il gup di Potenza, Lucio Setola, ha rinviato a giudizio sei delle dieci persone indagate, a vario titolo, nell’inchiesta della Procura della Repubblica del capoluogo lucano, per la morte dei due uomini avvenuta tra marzo e aprile 2020. Tra le persone rinviate a giudizio il direttore sanitario dell’Asp Luigi D’Angola e il direttore dell’Unità di Igiene Pubblica, Michele De Lisa.

Sono stati invece prosciolti dall’accusa di aver usufruito indebitamente e sotto falso nome dei tamponi il direttore della Task Force, Michele Labianca, la direttrice sanitaria dell’ospedale San Carlo Angela Bellettieri, l’infermiera responsabile del reparto di Malattie infettive Pasqualina Sarli.

Antonio Nicastro e Palmiro Parisi

Nicastro e Parisi