Alla Camera dei Deputati si terrà la presentazione ufficiale della favola “Maratea e la foca monaca”, opera di Dario Vassallo, evento programmato per il prossimo 9 aprile alle ore 15.00 nella Sala Matteotti, situata in Piazza del Parlamento a Roma.

La presentazione, promossa dalla Fondazione Angelo Vassallo e supportata da Iod edizioni, sarà arricchita dalle splendide illustrazioni di Violante Varriale e vedrà la partecipazione tra gli altri, del vicepresidente della Camera dei Deputati Sergio Costa e del sindaco di Maratea Daniele Stoppelli

Questo libro, una favola ambientata nell’incantevole scenario di Maratea, non è solo un’opera destinata all’intrattenimento dei più giovani, ma porta con sé un importante messaggio di sensibilizzazione ambientale e politica. Dario Vassallo, presidente della Fondazione Angelo Vassallo, sottolinea l’importanza di questa iniziativa, che va oltre il puro divertissement, svelando al lettore più livelli di lettura e interpretazione. L’obiettivo, infatti, è duplice: educare le future generazioni all’importanza della salvaguardia ambientale e al contempo spingere la politica verso l’istituzione di un’area marina protetta a Maratea. La collaborazione con l’ex ministro Costa è emblematica, poiché entrambi hanno lottato per la creazione di questa zona protetta. Vassallo spiega che questa favola è un mezzo per trasformare un sogno in realtà, in un luogo che definisce “paradisiaco” e che richiama alla mente l’idea stessa di Paradiso.

La favola “Maratea e la foca monaca” rappresenta un’opera di grande valore sia per il suo significato intrinseco sia per il contesto che la circonda. Dario Vassallo si è ispirato alle forme antiche della narrazione popolare per creare un racconto che non solo intrattiene, ma soprattutto ispira alla riflessione e all’azione. Il cuore di questa favola è un dolore profondo e un impegno incrollabile per la giustizia e l’attivismo sociale. Dario Vassallo, travolto dalla tragica perdita di suo fratello Angelo, vittima di un attentato di matrice camorristica nel 2010, ha trovato nella narrazione un modo per esprimere il suo dolore e la sua determinazione nel ricostruire un senso di armonia e rispetto tra l’uomo e la natura, contro il disastro prodotto dalla rottura di questo pacifico legame. E lo fa attraverso il passaggio di testimone da nonno a nipote, “perché solo tramandando ai più giovani l’importanza dell’ecosistema, possiamo veramente proteggerlo”.

«Ho scritto questa favola come gesto d’amore nei confronti di Maratea, del suo mare e delle sue bellezze. È uno dei pochi posti dove l’anima trova pace, si acquieta e la mente sogna. Forse è il posto dei sogni. E la bellezza va sempre protetta», afferma Dario Vassallo.

“Maratea e la foca monaca” non è solo una storia per bambini, ma un messaggio universale rivolto a tutte le età. Vassallo vede nella favola un potente veicolo per trasmettere valori profondi come l’ordine, l’armonia e il rispetto per l’ambiente, elementi cruciali per ristabilire l’equilibrio tra l’uomo e la natura. Le illustrazioni di Violante Varriale arricchiscono ulteriormente il racconto, dando vita a scenari magici e personaggi indimenticabili che catturano l’immaginazione dei lettori di tutte le età. L’evento del 9 aprile rappresenta un’occasione unica per immergersi in un viaggio narrativo che unisce passato e presente, fantasia e realtà, con l’obiettivo di ispirare cambiamenti positivi nella società e nel rapporto tra l’uomo e l’ambiente che lo circonda.