“Figlie di Eva”. La stagione Teatro Festival Ferrandina “A Mimì” sabato 10 dicembre, al CineTeatro Bellocchio, prosegue con una commedia brillante. In scena un trio d’eccezione: Vittoria Belvedere, Maria Grazia Cucinotta e Michela Andreozzi, tre donne sull’orlo di una crisi di nervi legate allo stesso uomo, un politico spregiudicato, corrotto e doppiogiochista, candidato sindaco nelle imminenti elezioni. Elvira è la sua assistente perfetta, Vicky la moglie e Antonia la ricercatrice universitaria che sta aiutando suo figlio a laurearsi. L’uomo, dopo averle usate per arrivare in vetta, le scarica senza mezzi termini.

L’Eva del titolo è l’acronimo delle tre donne tradite- Elvira, Vicky, Antonia- non solo il riferimento biblico. Il testo di Vincenzo Alfieri, Grazia Giardiello e della stessa Michela Andreozzi, lega in ritmi brillanti da commedia moderna, una storia realistica nei protagonisti e nelle situazioni. Il regista Massimiliano Vado ritaglia per Maria Grazia Cucinotta, Vittoria Belvedere e Michela Andreozzi, dei personaggi attraenti, esilaranti, capaci di tenere alto il ritmo e la qualità recitativa, quasi in una gara di bravura ma senza vincitrici.

Lo spettacolo si terrà al CineTeatro Bellocchio, con ingresso alle ore 20.30 e inizio alle ore 21. Il costo del biglietto è di 15 euro per la platea e di 10 per la galleria. Biglietto unico di 4 euro per i ragazzi sino ai 14 anni. L’abbonamento all’intera stagione ha un costo di soli 90 euro per la platea e di 60 per la galleria, ridotto per gli studenti a 70 euro per la platea e 50 per la galleria.