Venerdì 1° dicembre alle ore 19, presso U-Platz – Spazio civico e teatrale, in via Tirreno 49 a Potenza, è in programma la presentazione della terza residenza artistica dell’edizione 2023 del progetto “Il filo immaginario” della compagnia Gommalacca Teatro. Il duo artistico composto dai coreografi e performer Simona Lobefaro e Lorenzo Giansante, in residenza a Potenza dal 26 novembre al 10 dicembre, illustrerà il progetto di danza dal titolo “Boomerang”, un ibrido tra atto performativo e pratiche di condivisione, che punta a generare in modo spontaneo un’apertura percettiva nel pubblico, il quale entra in relazione con il processo creativo divenendo un “osservatore attivo”.

Simona Lobefaro e Lorenzo Giansante perseguono un percorso di ricerca originale sulla corporeità e lo spazio. Il lavoro in sala e in scena si basa su improvvisazione e composizione istantanea. Simona Lobefaro danzatrice, coreografa e formatrice, proviene da un background multidisciplinare il cui perno è la danza contemporanea e la performance. Lorenzo Giansante, regista, performer e danzatore, è impegnato da più di vent’anni nella sperimentazione e nella ricerca artistica. Entrambi provengono dalla compagnia di danza Sistemi dinamici altamente instabili e negli ultimi anni hanno attivato un processo che, partendo dalla poetica del gruppo, mira a nuovi approdi creativi personali.

«Il nostro focus è una danza che si mette a disposizione, si offre, in continua tensione tra l’aderire alle premesse coreografiche e il farsi contaminare da input esterni, mentre prende forma attraverso la composizione in tempo reale. Una danza che “non si possiede”, ma piuttosto è frutto di un processo di confronto. Attiviamo quindi un circuito di scambio tra mover e pubblico che rende viva la “materia-danza” e ne evidenzia la componente collaborativa nella labilità dei confini tra l’interno e l’esterno di ciò che è Scena.»

Durante il lavoro in residenza a Potenza sul progetto Boomerang, il duo sperimenterà i materiali della loro ricerca con un gruppo di danzatori e danzatrici, performer, attori e attrici, attraverso quattro sessioni di lavoro in sala, che si svolgeranno dal 2 al 5 dicembre all’U-Platz e al Centro Sociale di Malvaccaro. La partecipazione è gratuita, invia una mail di presentazione a gruppoboomerang@gmail.com entro il 30 novembre 2023.
Sono previsti, inoltre, un incontro intermedio di apertura al pubblico, in programma il 5 dicembre alle ore 19, e una restituzione finale a chiusura della residenza, il 9 dicembre alle ore 20, entrambi presso U-Platz.

“Il filo immaginario” è un progetto della compagnia Gommalacca Teatro per la promozione e il sostegno dei nuovi linguaggi della scena creativa, performativa e interdisciplinare, rientrante nel programma triennale di residenze “Artisti nei territori” sostenuto da Ministero della Cultura – Direzione Generale Spettacolo e Regione Basilicata.