“Con delibera n. 42 del 9 settembre 2022 anche il Comune di Ruoti, tra i primi comuni lucani, ha aderito alla proposta di legge di iniziativa dei consigli comunali avente ad oggetto “Istituzione Centro Internazionale di Dialettologia”.

La nostra amministrazione condivide a pieno le motivazioni e le finalità dell’Istituzione del Centro Internazionale di Dialettologia in quanto ciò permetterà al centro stesso di proseguire nella pregevole attività di ricerca e divulgazione scientifica finalizzata alla promozione, conoscenza e salvaguardia delle lingue locali lucane, la cui perdita avrebbe delle conseguenze non solo dal punto di vista culturale ma anche e soprattutto con riferimento alle relazioni sociali. Bisogna evitare che la “non conoscenza” del proprio dialetto determini una progressiva scomparsa dello stesso.

Il Centro Internazionale di Dialettologia, evoluzione del Progetto A.L.Ba, Atlante Linguistico della Basilicata, riporta i dati di tutti i 131 comuni della Basilicata e anche quelli delle molte frazioni nelle quali si registrano varianti sintopiche. Il progetto, ricordiamo, è nato nel lontano 2008 da un’idea della Professoressa Patrizia Del Puente, docente di Glottologia e Linguistica dell’Università degli Studi della Basilicata.

Nel corso dei suoi dodici anni di attività, grazie alla passione e alla dedizione alla ricerca della professoressa Del Puente e dei suoi collaboratori, oltre a incontri divulgativi tenuti nei comuni lucani, si sono organizzate numerose iniziative.

Tra le più importanti ricordiamo i convegni internazionali di dialettologia che hanno visto la partecipazione di autorevoli studiosi provenienti dalle più prestigiose università nazionali e internazionali; tre edizioni della Scuola Internazionale di Dialettologia con numerosi studenti e studiosi italiani e stranieri; concorsi di poesie dialettali; corsi di alfabetizzazione dialettale per le scuole e per adulti e pubblicazioni di numerosi volumi.

Degno di nota, come uno dei lavori più importanti realizzati, sempre coordinati dalla Prof.ssa Del Puente, nell’ambito di una politica di tutela e valorizzazione delle lingue locali lucane, spicca quello della creazione dell’Alfabeto dei Dialetti Lucani (ADL), uno strumento unico in Italia e che ha reso la Basilicata la prima regione italiana a dotarsi di un alfabeto unitario per la trascrizione dei propri dialetti.

Il territorio lucano con la sua ricchezza di tipi linguistici e culturali costituisce un terreno privilegiato per le analisi dialettali, ed è indubbio come il dialetto rappresenti le nostre radici e la nostra storia.

Per tutte queste motivazioni, la presente Amministrazione reputa la ricerca e lo studio dei dialetti sostenendo l’alto valore culturale e sociale con l’istituzione del C.I.D. in una continuità collaborativa con il Comune di Ruoti,  in passato parte attiva nel riscoprire vecchie espressioni dialettali ruotesi confluite in un Dizionario del Dialetto Ruotese. Auspichiamo in un accoglimento da parte del Consiglio Regionale nella suddetta proposta, già ampiamente condivisa da alcuni comuni della Basilicata. ” Lo dichiara il sindaco Franco Gentilesca in una nota alla stampa.