Dopo innumerevoli incontri e sollecitazioni credevamo che l’anno 2022 per la platea dei forestali e Saaap potesse concludersi nel migliore dei modi, secondo quanto previsto dagli accordi, e invece scopriamo che a tutt’oggi non è rispettato l’articolo 22 del nuovo Contratto integrativo regionale sul recupero delle giornate perse. Lo affermano, in una nota, Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil.

I lavoratori forestali-spiegano- chiedono il rispetto del Cirl firmato dai sindacati lo scorso 4 agosto e in particolare che gli vengano riconosciute le 5 giornate lavorative perse, oltre alla malattia, agli infortuni e alle visite specialistiche, così come previsto da contratto.

Si tratta di una platea con un reddito di 12mila euro l’anno, per la quale perdere alcune giornate di lavoro implica una riduzione del salario di almeno mille euro. Per questo motivo i sindacati Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil chiedono un incontro urgente al governatore della Basilicata Vito Bardi, che ha assunto ad interim la delega di assessore alle Politiche agricole e forestali e annunciano un sit-in di protesta che si terrà mercoledì 7 dicembre alle 10 davanti alla sede della Regione Basilicata, a Potenza.
.