Desta molta preoccupazione la gestione della liquidazione dell’ex Consorzio Asi di Potenza che, a distanza di sei mesi dal passaggio dei lavoratori alla società Apibas, non è ancora in grado di comunicare una data certa per la liquidazione del TFR ai lavoratori. Una gestione assai discutibile che vede, a fronte di una quasi certa vendita dei lotti, assunzioni dirette per la struttura di liquidazione e non il pagamento del TFR dei lavoratori, ai quali lo scorso mese di giugno è stato liquidato un acconto di un importo talmente ridotto da essere insignificante. A dichiararlo in una nota sono  Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl e Usb Basilicata che aggiungono: “I lavoratori del Consorzio, lo ricordiamo, sono creditori privilegiati e devono avere certezza dei tempi di liquidazione del loro credito. Per questi motivi abbiamo chiesto all’assessore allo Sviluppo economico della Regione Basilicata, Alessandro Galella, di farsi parte attiva coinvolgendo anche il comitato di vigilanza, circa la verifica degli importi incassarti e delle modalità di spesa della liquidazione, e di convocare un incontro urgente, alla presenza del commissario liquidatore Giuseppe Fiengo, per definire i tempi di liquidazione del TFR ai lavoratori.