Le due Province e i Comuni con popolazione inferiore ai 30 mila abitanti, praticamente tutti ad eccezione di Potenza e Matera hanno la possibilità di attingere ai 4,4 milioni di euro destinati alla Basilicata per interventi infrastrutturali: ma il tempo stringe e per questo motivo ho nuovamente sollecitato i sindaci affinché presentino i progetti per poter attivare le fonti di finanziamento entro i tempi previsti dal Dpcm 17 dicembre del 2021, che stanno per scadere”. Lo ha affermato, l’assessore regionale ad Infrastrutture e Mobilità, Donatella Merra, poco dopo aver scritto nuovamente a sindaci, Province e Anci con l’intento di “accelerare la fase della progettazione da parte degli enti locali” e per scongiurare il rischio “che parte di quei fondi venga revocata”.

“Nella fase di avvio del nuovo ciclo di programmazione 2021-2027, nell’ambito del quale si inseriscono le opportunità offerte dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza – ha spiegato Merra a sindaci e Province – sono previsti finanziamenti per investimenti infrastrutturali, che vanno a moltiplicare di fatto le opportunità per la realizzazione di interventi a scala provinciale e comunale.

Alla Regione Basilicata sono attribuite risorse pari a circa 4,4 milioni di euro, destinate ai Comuni con popolazione inferiore a 30 mila abitanti e alle Province”. Per l’assessore Merra è però necessario che gli enti locali “procedano in tempi rapidi all’attivazione della fonte di finanziamento, stante la tempistica indicata all’art. 5 del Dpcm del 17 dicembre 2021: entro e non oltre sei mesi dalla entrata in vigore, pena la revoca delle risorse”. Se Comuni e Province non riusciranno a rispettare la tempistica, insomma, il rischio è quello di perdere importanti finanziamenti. L’assessore Merra non esita a ricordalo ai sindaci, esortandoli “a fare leva su tutte le risorse interne ed esterne agli enti, ossia ad utilizzare opportunamente l’ampia platea di professionalità presenti sul mercato, tenendo a tal proposito presenti le disposizioni del Decreto Semplificazioni”. “La mia persona e gli uffici afferenti al Dipartimento della Regione – ha continuato l’esponente dell’esecutivo lucano – rimangono a disposizione per il supporto che sarà possibile dare ai Comuni, agli uffici tecnici e ai professionisti attraverso un’apposita area FAQ che a partire dalla prossima settimana sarà attivata, oltre ovviamente ad appositi incontri che saranno organizzati nelle varie aree della regione di concerto con le amministrazioni, l’Anci e l’Upi.