Di seguito il ricordo dei colleghi di Ippazio De Paola, agente della Polizia Stradale di Lagonegro, scomparso prematuramente nei giorni scorsi.

“Ippazio ci hai lasciati, a soli 56 anni. Tutti noi conoscevamo le tue origini di Santa Maria di Leuca nel Salento, tante volte ci hai raccontato della tua carriera in polizia, lo facevi sempre con gli occhi lucidi, con tanta passione nel cuore, avevi nell’animo la gioia ed il desiderio di fare il poliziotto. Innamorato della Polizia Stradale, il tuo lavoro che a Lagonegro svolgevi a testa alta da 35 anni, vicino alla gente, sempre.

L’amore per il lavoro ti aveva regalato anche il più bello degli incontri, proprio a Lagonegro avevi incontrato anche tua moglie Anna. Eri un uomo forte e gentile, serio ed ironico, un Sovrintendente della Polizia di Stato dell’altissima professionalità e dalle grandi doti umane. La tua disponibilità, la tua onestà e la tua lealtà lasceranno un segno indelebile nei cuori dei colleghi che hanno avuto l’onore di incontrarti sulla propria strada. Sei stato sempre unico, umanamente e silenziosamente unico.

L’ultimo saluto te lo abbiamo voluto portare tutti, nessuno escluso. Colleghi da ogni dove hanno voluto partecipare alla celebrazione dal Vescovo, Monsignor Vincenzo Orofino. Nella chiesa madre di Lagonegro, eravamo presenti tutti, colleghi, amici e parenti. Tutti ci siamo stretti in un forte abbraccio con la tua amata moglie Anna e la tua amatissima figlia Eliana.
Le parole del Comandante della Polizia Stradale di Lagonegro e di un collega di pattuglia: “il suo modo di fare era fondato sul rispetto verso gli altri”.

Ippazio De Paola

Ippazio De Paola