Le associazioni aderenti al Comitato regionale consumatori utenti, hanno scritto ad Acquedotto Lucano, Egrib e presidente della Giunta regionale lucana chiedendo di avviare un confronto a seguito delle ingiunzioni di pagamento, circa 190mila, recapitate ai cittadini lucani per crediti vantati da Acquedotto Lucano.

Un così alto numero- scrivono le associazioni- sta quasi a significare che la totalità degli utenti sia un ”cattivo pagatore”. Molte di queste ingiunzioni sono state inviate senza alcuna preventiva richiesta di pagamento o messa in mora. Per questo- spiegano- al fine di evitare contenziosi di fronte alla magistratura competente, si chiede l’attivazione immediata di un confronto.

Nei giorni scorsi ci eravamo occupati della vicenda di un lucano che aveva ricevuto richiesta di pagamento per una bolletta già pagata.