Comitato per la Pace di Potenza Marcello Travaglini ha organizzato domenica 17 marzo, dalle ore 11:00 alle ore 13:00, in piazza Don Colucci (antistante alla chiesa di Sant’Anna) una manifestazione per chiedere che “si fermi il massacro del popolo palestinese a Gaza”.

In una nota il portavoce Marcello Travaglini spiega le ragioni dell’iniziativa: “Più di 31.340 civili, di cui almeno 12.300 bambini, uccisi dall’esercito israeliano nella Striscia di Gaza. Più di 73.000 civili feriti dai bombardamenti, di cui almeno 8.600 bambini. Sono numeri destinati a crescere, come sostiene l’OMS, anche per la carestia che ormai incombe su Gaza a causa del rifiuto di Israele di far entrare i camion con gli aiuti umanitari, in violazione delle Convenzioni di Ginevra secondo cui “la fame è un crimine di guerra”.

Solo il 42% degli ospedali e il 18% delle strutture sanitarie periferiche nella striscia di Gaza è parzialmente funzionante. Reporter senza Frontiere stima in 103 il numero di giornalisti e operatori della comunicazione uccisi a Gaza. La maggior parte delle case, delle scuole e delle università è stata rasa al suolo. Il 60% degli edifici di interesse storico e culturale è stato distrutto.

Questi sono solo numeri parziali dell’orrore che Israele sta perpetrando a Gaza. Per i Palestinesi non esiste più alcun luogo sicuro. In Cisgiordania continuano le violenze dei coloni, protetti e sostenuti dall’esercito. Le limitazioni imposte dal governo di Israele all’accesso alla spianata delle moschee per il periodo del ramadan, appena iniziato, causerà ulteriori violenze.

Quanti civili devono ancora essere uccisi perché gli Stati Uniti e l’Europa smettano di fornire armi a Israele e chiedano con forza il cessate il fuoco immediato?