CHIETI. Greta Zuccarini, studentessa del corso di Laurea in Scienze delle attività motorie e sportivedell’Università degli Studi “Gabriele d’Annunzio”, ha conquistato la medaglia di bronzo nei 400 metri ostacoli, ai campionati universitari di atletica che si sono svolti lo scorso 22 maggio a Cassino. Zuccarini, 22enne di Pescara, iscritta al terzo anno di università, è stata ricevuta dal Rettore dell’ateneo, Sergio Caputi, che ha voluto complimentarsi con lei donandole il distintivo d’oro dell’Università “Gabriele d’Annunzio”.
Zuccarini è iscritta al progetto studenti-atleti, promosso dall’università per consentire a coloro che sono impegnati in attività agonistiche di rendere compatibile il proprio percorso formativo con allenamenti e gare, non solo attraverso una riduzione delle tasse di iscrizione, ma anche con una gestione individualizzata degli appelli d’esame, che non devono coincidere con le attività agonistiche.
La giovane studentessa si dedica all’atletica leggera da otto anni ed è stata campionessa under 23 nel 2020, oltre che medaglia d’argento e di bronzo in altri campionati italiani, sempre nei 400 metri ostacoli. «Questo risultato», spiega Zuccarini, «giunge a conclusione di un periodo di inattività forzata e in occasione della seconda gara disputata dopo la ripresa. Per questa ragione aver raggiunto il podio è ancora più importante». «Il successo di Greta è motivo di orgoglio per il nostro Ateneo», commenta soddisfatto il rettore della d’Annunzio, Sergio Caputi, «a dimostrazione del fatto che è possibile conciliare studio e impegno sportivo, anche ad alti livelli. Da questo punto di vista, il progetto studenti-atleti attivo da noi rappresenta una grande opportunità per i nostri iscritti, nel segno di percorsi di studio moderni, flessibili e individualizzati».
©RIPRODUZIONE RISERVATA.