BRITTOLI. Ci riprova Domenico Velluto, che con la lista “Insieme per Brittoli” si prepara a sfidare l’attuale sindaco Gino Di Bernardo (“Brittoli domani) alle elezioni del prossimo 12 giugno. Dopo la sconfitta di cinque anni fa, e altrettanti anni all’opposizione, Velluto è pronto a rilanciarsi con nuove idee per la valorizzazione del piccolo centro montano.
«Sarà una sfida molto difficile, ma altrettanto stimolante», afferma Velluto, «dopo cinque anni di opposizione, l’obiettivo è quello di tornare alla vittoria e cercare di mettere in atto le tante idee che stiamo valutando insieme ai componenti della lista».
Rispetto alle scorse elezioni, la lista “Insieme per Brittoli” ha subito un restyling generale, dal simbolo ai candidati: «Abbiamo cambiato qualcosa rispetto alla scorsa tornata elettorale», conferma il candidato sindaco. «Il simbolo è stato rinnovato grazie all’idea di alcuni ragazzi presenti in lista che hanno portato una ventata di aria nuova e un sensibile calo dell’età anagrafica della lista. Ripartiamo da loro, dalla voglia che hanno di riportare in alto il nome del paese e rivalorizzare tutte le bellezze che abbiamo a disposizione».
Il programma elettorale della lista “Insieme per Brittoli” punta sull’importanza dello sport, della cultura e del turismo come arma fondamentale per il rilancio: «Da questo punto vogliamo ripartire per la valorizzazione del nostro territorio. Lo snodo cruciale saranno proprio il turismo e le manifestazioni culturali e sportive, per far conoscere a tutta la nostra regione le bellezze che Brittoli mette a disposizione. In tutto questo sarà importante e fondamentale la collaborazione con la Pro Loco. La montagna Cannatina e la pineta dovranno essere le protagoniste del nuovo corso, dando vita agli sport del settore e al progetto dell’Ippovia del Gran Sasso, dedita all’equiturismo. L’obiettivo sarà sempre lo stesso, essere il più vicino possibile a chi ha bisogno, alle piccole imprese presenti sul territorio e a tutta la popolazione». Il senso di appartenenza come principio primario: «Ho trovato un grande senso di appartenenza di alcuni ragazzi», conclude Velluto, «che per la prima volta si affacceranno sulla scena politica locale. Mancheranno di esperienza, ma grazie alle loro idee mi hanno dato una gioia infinita. Vederli prima piccolini e ora grandi e maturi pronti a questa nuova sfida, mi rende orgoglioso. Comunque vada siamo pronti».