PESCARA. La Toyota aveva appena svoltato da viale Regina Elena su viale Muzii. Ed è stato proprio lì, giusto all’incrocio tra le due strade, che l’auto ha investito un uomo di 57 anni di Pescara. Stava attraversando la strada sulle strisce pedonali ed è rimasto steso a terra, tanto che in quegli istanti si è temuto il peggio. È stato lanciato l’allarme, sono stati allertati i soccorsi, poco dopo le 19.30, quando è arrivata la segnalazione al 118 e alla polizia municipale. In viale Muzii sono arrivate due ambulanze (una della Misericordia e l’altra del 118) e il ferito, che in base a una primissima valutazione aveva riportato una frattura alla caviglia sinistra, è stato soccorso e portato in ospedale per tutti gli accertamenti. È arrivato al pronto soccorso in codice rosso, ma le conseguenze dell’investimento erano tutte da definire, ieri sera.
Intanto gli agenti della sezione Infortunistica della polizia municipale, coordinati sul posto dal tenente colonnello Marco Porreca, hanno avviato i rilievi per ricostruire la dinamica dell’investimento, avvenuto sulle strisce pedonali. La Toyota, condotta da un uomo, era ferma in strada. E gli agenti hanno potuto contare sul racconto dei testimoni che hanno assistito alla scena e hanno fornito la loro ricostruzione.
Di certo, considerato che la svolta della Toyota a sinistra era appena avvenuta, da via Regina Elena, la velocità dell’auto non era elevata, per cui non si esclude una distrazione da parte dell’automobilista o, forse, il conducente dell’auto non ha visto in tempo utile il pedone e non è riuscito ad evitare l’impatto. Il lavoro della municipale è andato avanti a lungo e, nel frattempo, viale Muzii è stata chiusa al traffico dalla Riviera fino all’incrocio con viale Regina Margherita.
L’uomo rimasto ferito potrà fornire la sua ricostruzione dei fatti nelle prossime ore, se non nei prossimi giorni, quando sarà ascoltato dagli agenti dell’Infortunistica. (f.bu.)