TERAMO. La facoltà di Medicina Veterinaria e quella di Bioscienze dell’università di Teramo sono state inserite nuovamente nella classifica dell’Academic Ranking of World Universities (Arwu) di Shanghai.
Per la Medicina Veterinaria – posizionata in un range tra 101 e 150 – si tratta del sesto anno consecutivo e per di Bioscienze – tra 201 e 300 – del terzo anno nel settore Food Science & amp; Technology. L’Academic Ranking of World Universities si legge nel sito istituzionale, «è riconosciutocome il precursore delle classifiche universitarie globali e il più affidabile». Soddisfatti del risultato i presidi della facoltà di Medicina Veterinaria Augusto Carluccio e di quella di Bioscienze Enrico Dainese. «Sono fiero dell’università di Teramo», ha detto il rettore Dino Mastrocola, «che, nonostante rientri tra i piccoli atenei, riesce a mantenere un posizionamento nel ranking della classifica mondiale delle università. Questo risultato premia da un lato la nostra accelerazione sull’internazionalizzazione e dall’altro il nostro impegno per un processo formativo basato sulla interdisciplinarietà delle aree di insegnamento e sul suo completamento con la pratica della ricerca».