ATRI. Più parcheggi e più aree verdi a Casoli di Atri. Dopo la recente demolizione del palazzo condominale “Tania”, adiacente alla strada provinciale 27 e simbolo della frana che si verificò nel 2017, il Comune è pronto entro l’estate ad appaltare i lavori per la mitigazione del rischio idrologico dell’area che sarà trasformata in un parcheggio pubblico a raso carreggiata stradale e in un parco terrazzato con tanto di sedute in legno e percorsi pedonali illuminati.
«Con l’approvazione del progetto definitivo/esecutivo», commentano il sindaco Piergiorgio Ferretti e l’assessore ai lavori pubblici Domenico Felicione, «si sono stabilite le opere necessarie per la messa in sicurezza del versante e per la fruizione pubblica degli spazi. Appena ottenuti i pareri degli enti preposti si procederà ad avviare la fase della gara d’appalto entro l’estate, per iniziare i lavori nell’autunno prossimo». Dal rendering del progetto realizzato dalla ditta Hypro Srl si evidenzia che tutta l’area franata verrà completamente rinaturalizzata: sul versante della strada provinciale sono previsti circa 80 stalli per auto e moto e la zona sottostante, sul lato collinare, verrà circondata da cipressi, con percorsi centrali per bici e pedoni delimitate da siepi e recinti in legno. Nella porzione di terreno a monte una paratia costituita da pali permetterà di stabilizzare il versante oggetto di frana e in più ci sarà un muro di contenimento rinforzato con rifacimento dei sottoservizi come acquedotto e fognatura.
Il progetto, inoltre, comprende tutte le opere di regimentazione delle acque meteoriche mediante la realizzazione di caditoie e cunette superficiali. La presenza di un maggior numero di parcheggi servirà per la frazione, non solo ai residenti ma anche ad accogliere i numerosi visitatori del centro storico durante le manifestazioni estive di “Casoli Pinta” e della sagra del pesto casolano e dell’anguilla.
©RIPRODUZIONE RISERVATA