CHIETI. Arena gremita da circa 4mila spettatori che hanno cantato all’unisono canzoni entrate nella storia. È il concerto di Antonello Venditti e Francesco De Gregori, due pietre miliari della musica italiana che a Chieti hanno ripercorso i loro più grandi successi.

GUARDA IL VIDEO

Ci vorrebbe un amico, Sara, e Generale: la notte magica di Venditti e De Gregori

Il concerto senza tempo alla Civitella con 4mila spettatori (vido g.giar.)

Il concerto è iniziato con una mezzora di ritardo anche a causa delle lunghe code che si sono create all’ingresso.
Venditti, quando ha messo piede sul palco della Civitella, all’interno del parco archeologico, si è lasciato sfuggire un’esclamazione tutta abruzzese, un “frechete” che in diretta Facebook ha sortito i suoi effetti.

leggi anche:
Francesco De Gregori e Antonello Venditti stasera in concerto alla Civitella di Chieti
Finalmente Venditti e De Gregori, attesi in 4mila / VIDEO ANTEPRIMA Alle 21 il concerto alla Civitella dopo il rinvio del 22 luglio. I due artisti si dividono lo spazio sul palco, alternandosi o cantando insieme, e attraversando i loro capolavori

Il cantante lo ha ripetuto anche durante la performance: dicendo di non voler «abbassare il livello di questo concerto, ma una cosa ve la devo dire: frechete». Chieti è stata definita da De Gregori «forte e gentile» ed entrambi i cantautori hanno detto di esservi legati per motivi diversi. Immancabile poi un «grazie Chieti» che ha suscitato l’applauso della folla.

Nella video-diretta pre concerto Venditti aveva anche detto di sentirsi alla Civitella «come a casa, il posto è veramente squisito. È davvero suggestivo e credo sia adattissimo a un concerto musicale. Stasera da qui vedremo le stelle cadenti, visto che siamo un po’ alti». E così nella notte stellata di San Lorenzo è andato in scena un concerto senza tempo. (a.i.)
©RIPRODUZIONE RISERVATA