SULMONA. Il progetto di mobilità garantita consegna agli studenti del territorio con difficoltà motorie un mezzo per accompagnarli negli spostamenti quotidiani. L’iniziativa sostenuta dal Polo scientifico tecnologico “Fermi”, dai Comuni di Sulmona, Pratola Peligna e Scanno e da numerosi imprenditori del territorio, garantirà autonomia di movimento per tanti ragazzi che frequentano la scuola della città. Una collaborazione (pubblico-privato) che è stata salutata da tutti come un progetto volto ad abbattere le disparità e a migliorare la vita delle persone con difficoltà motorie. La consegna ufficiale del pulmino all’Istituto Fermi è avvenuta nei giorni scorsi e il mezzo è stato benedetto dal vescovo della diocesi di Sulmona-Valva, monsignor Michele Fusco. Presenti, oltre ai docenti e ai ragazzi della scuola, anche il sindaco di Sulmona, Gianfranco Di Piero, di Pratola Peligna, Antonella Di Nino, e di Scanno, Giovanni Mastrogiovanni e i rappresentanti delle principali aziende del territorio. Sempre nella mattinata, inoltre, c’è stata la consegna degli attestati agli imprenditori e ai rappresentanti delle aziende che hanno generosamente finanziato l’iniziativa. A ringraziare uno a uno i presenti sono stati il sindaco di Sulmona, Di Piero, il vice sindaco con delega ai Lavori pubblici, Franco Casciani, e il presidente del consiglio comunale, Cristiano Gerosolimo. «Un’iniziativa di utilità sociale e pubblica», hanno spiegato i referenti del progetto del Polo scientifico e tecnologico Fermi, «di solidarietà, di collaborazione sinergica tra istituzioni e mondo imprenditoriale, per costruire insieme e concretamente realtà di sviluppo e di crescita per il nostro territorio». (e.b.)
©RIPRODUZIONE RISERVATA .