PESCARA. I carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Pescara hanno deferito in stato di libertà un cittadino extracomunitario che, in evidente stato di ebrezza alcolica, si è posto dinanzi la porta di un noto ristorante di corso Manthonè impedendo alla titolare di effettuare le operazioni di pulizia e chiusura rivolgendo alla donna frasi a sfondo sessuale consistenti perlopiù in ammiccamenti.

All’arrivo dei carabinieri, l’uomo si è rifiutato di fornire le proprie generalità divincolandosi e spintonando i militari. Contenuto e condotto in caserma, il marocchino dovrà rispondere di molestie, resistenza a pubblico ufficiale, rifiuto di indicazione sulla propria identità e violenza privata.