PINETO . Un piano per potenziare l’offerta turistica pinetese svincolandola dal solo periodo estivo. È questo l’obiettivo a cui mira l’iniziativa organizzata dall’area marina protetta “Torre del Cerrano” e che ha coinvolto gli operatori turistici. Nella sala Corneli di villa Filiani si è tenuto il momento conclusivo del percorso di formazione con la consegna di attestati ai partecipanti – ristoratori, balneatori, albergatori e guide turistiche – chiamati a contribuire all’elaborazione di una proposta di destagionalizzazione dell’offerta turistica. All’incontro conclusivo hanno preso parte, tra gli altri, Giuseppina Di Giovanni, assessore ai lavori pubblici di Silvi, Marta Illuminati, assessore all’ambiente di Pineto, Stanislao D’Argenio, direttore del parco marino, e la tutor dell’iniziativa Tiziana Marinelli. Il percorso formativo è servito anche a rinsaldare il rapporto tra l’area protetta e gli operatori turistici. «In molti hanno confermato la propria volontà di investire sempre più e con competenza nel turismo sostenibile», spiega il presidente del parco Fabiano Aretusi, «e nella qualità ambientale». L’obiettivo e di estendere i servizi turistici al di là dei mesi centrali dell’estate. «Oggi i turisti sono molto attenti all’offerta che viene loro sottoposta dalle varie attività anche nei mesi meno gettonati», sottolineano i rappresentanti dei balneatori di Pineto e Silvi, Mauro Pavone e Antonio La Torre, «avere un’area marina protetta nel nostro territorio deve essere uno stimolo per fare sempre meglio». Secondo i due imprenditori dunque «aver intrapreso un percorso di dialogo e di confronto sereno tra il parco e gli operatori del settore turistico ricettivo e balneare è fondamentale per la crescita del territorio». (d.f.)