VASTO. Quasi tremila fan in delirio ieri sera per Elisa a Vasto. La cantautrice friulana, appena guarita dal Covid, ha ripreso il suo Back to the Future Live Tour e ieri sera, dalle 21,30, si è esibita nell’Area Grandi Eventi dell’Aqualand di Vasto. Nel concerto sono stati coinvolti tutti i quasi tremila spettatori.
Il tour, che prende il nome dal nuovo disco, è un festival itinerante che guarda alla sostenibilità: i suoi concerti puntano sensibilizzare sulle problematiche legate all’ambiente, seguendo un protocollo green redatto dal Politecnico di Milano e Music Innovation Hub.
«È il progetto più ambizioso che abbia mai realizzato», aveva detto Elisa al Centro, «ho sempre avuto un forte legame con la natura, fin da piccola fissavo il cielo e mi perdevo nei suoi colori. Negli anni ‘90 si è iniziato a parlare di surriscaldamento globale e ho capito che sarebbe stato il tema più importante del futuro. Oggi per me sarebbe impossibile non parlarne, non accendere una luce su questo tema».
E sulle particolarità delle location scelte? «Sono tutti spazi con un valore paesaggistico, storico o culturale. Ogni location, intrecciandosi alla musica, crea qualcosa di magico. Non volevo suonare nei luoghi già battuti, volevo si accendessero delle luci anche in posti più piccoli e meno conosciuti dal grande pubblico ma bellissimi, in modo da farli scoprire a più gente possibile. L’Italia è piena di bellezza ed è giusto che questa venga mostrata a tutti». Poi, sul rapporto con l’Abruzzo e sulla scelta di portare il tour a Vasto, l’artista ha aveva detto: «L’Abruzzo è una regione piena di meraviglie. Ha tutto, le montagne e il mare. I suoi borghi sono fantastici e Vasto è tra questi».
©RIPRODUZIONE RISERVATA.