MONTESILVANO. Tornano i lavori sulla tangenziale di Pescara e torna la paura del traffico e dello smog per i residenti di Montesilvano. A partire da lunedì, riprenderanno gli interventi di manutenzione promossi dall’Anas all’interno della galleria San Giovanni, lungo la statale 714 che, in questa occasione, riguarderanno la canna nord della galleria che sarà interdetta al transito. Per circa due mesi e mezzo, quindi, tutto il traffico proveniente da Montesilvano e diretto verso Pescara e Francavilla, così come i veicoli che, al contrario, transiteranno verso Montesilvano e l’area Vestina provenendo da sud, saranno dirottati su un’unica carreggiata. Ma non solo. Sempre a partire dal 23 gennaio alle 10, scatterà anche il divieto di transito, in entrambe le direzioni di marcia, per i mezzi superiori alle 7,5 tonnellate, che non potranno percorrere quel tratto di arteria stradale dalle 6 alle 22.
«I lavori che Anas (Gruppo FS Italiane) sta svolgendo attraverso importanti interventi di manutenzione programmata», spiega l’azienda, «sono necessari per l’implementazione del comfort e della sicurezza stradale della rete. Nello specifico, i lavori riguarderanno il ripristino corticale e profondo della calotta della galleria, la captazione e il drenaggio delle acque di percolazione e l’impermeabilizzazione dei piedritti, la sostituzione della segnaletica verticale e l’installazione di pannelli illuminotecnici». Stando al cronoprogramma, i lavori saranno conclusi entro il 31 marzo, ma su questo aspetto la preoccupazione degli automobilisti della città adriatica è tanta. Gli stessi interventi, infatti, sono già stati realizzati nel corso del 2021 e del 2022 nella canna nord della galleria San Giovanni. Ma contrariamente al tempo stimato, ossia quattro mesi, il cantiere è andato avanti per quasi un anno, con grandi disagi sia in termine di traffico sulla tangenziale che di congestionamento delle strade montesilvanesi. A pagare lo scotto più grande sono stati, in particolare, i residenti di Santa Filomena, dove l’accesso alla tangenziale era consentito solo in direzione nord, e per gli abitanti dei quartieri Ranalli e Villa Carmine, dove le code su via Togliatti e via Vestina hanno allungato i tempi di percorrenza, rendendo anche irrespirabile l’aria soprattutto nelle ore di punta.
Memore di quanto accaduto in passato, sulla nuova chiusura interviene anche il sindaco Ottavio De Martinis: «Sappiamo che i lavori sono necessari per garantire maggiore sicurezza per gli automobilisti, per cui ben vengano», commenta. «Ci auguriamo che possano causare meno disagi possibili per i montesilvanese, ma soprattutto che, contrariamente a quanto accaduto in passato, vengano rispettati i tempi previsti per gli interventi così da limitare non solo i problemi per chi utilizza la tangenziale, ma anche per evitare ingorghi e smog sulle vie cittadine».