CAMPLI . Da lunedì al 17 luglio torna a Campovalano la Sagra del tartufo giunta alla 21ª edizione su organizzazione dell’associazione “Campovalano Viva” con il patrocinio del Comune e del Bim. Per l’occasione ci sarà l’apertura straordinaria della Necropoli con visite guidate in notturna. «Si torna finalmente alla normalità», afferma il sindaco di Campli Federico Agostinelli, «con la suggestiva collaborazione tra la sagra e la Necropoli e il servizio di navetta gratuito dalle 20 alle 24».
L’iniziativa si terrà nella sede dell’associazione promotrice, «uno spazio di 3.600 metri quadri con più di mille posti e con ogni giorno un menù tematico con piatti in edizione limitata», aggiungono il presidente Daniele Barbieri e lo chef Davide Cordoni. Annunciato anche l’allestimento del Mutifa, Museo del tartufo e dell’identità farnese, «un progetto museale per la valorizzazione della storia farnese e della sua gastronomia», evidenzia lo storico Nicolino Farina. «Il consorzio è sempre a fianco di manifestazioni lodevoli come questa che alla gastronomia abbina la promozione del territorio», conclude il presidente Bim Giuseppe D’Alonzo. (a.d.f.)