PINETO. Gli studenti scoprono musica, canto e ritmi popolari d’Abruzzo al centro etnomusicologico di Pineto. L’occasione si è presentata lunedì, quando i ragazzi delle cinque classi prime della scuola secondaria di primo grado Bindi-Annunziata di Giulianova hanno ascoltato e visto i documenti della musica tradizionale appartenenti alla cultura popolare agro-pastorale. Una documentazione resa fruibile attraverso il racconto di pannelli didattici, una mostra di strumenti popolari, l’ascolto di suoni antichi e unici e la visione di filmati etnomusicologici. Le visite si sono concluse con un laboratorio di canti e ritmi in cui gli studenti hanno cantato, ballato e intonato stornelli accompagnandosi con tamburi e altri strumenti ritmici. «Il centro etnomusicologico d’Abruzzo», spiega il consigliere con delega alla cultura del Comune di Pineto Ernesto Iezzi, «è un’eccellenza nella regione. Siamo felici che sempre più scuole scelgano di visitarlo per scoprire i documenti e gli strumenti della tradizione». (d.f.)